Andrea biraghi Cyber Security Leonardo

Cyber Security e Privacy: un data breach da 1,2 miliardi di record

Cyber Security e Privacy: tra i maggiori data breach del 2019, ce n’è uno che ha esposto 4,1 miliardi di record.

Andrea biraghi Cyber Security Leonardo

Recentemente è stato scoperto, su un serve non protetto (accessibile senza password) un gigantesco database di 4 terabytes contenente 1,2 milardi di record di informazioni personali, inclusi account di social media (tra cui Facebook, Linkedin, Twitter), indirizzi e-mail e numeri di telefono, raggiungibili da chiunque. I dati non includonoi informazioni sensibili come numeri di carta di credito o numeri di previdenza sociale. Il server era raggiungibile all’indirizzo: http://35.199.58.125:9200.

La scoperta è stata fatta dal Ceo di Night di Lion Security, Vinny Troia, durante una scansione di routine per individuare i dati non protetti: la maggior parte di questi, ritiene l’esperto in security che ha denunciato il fatto al Federal Bureau of Investigation (FBI), sono raccolti su un server Google Cloud da una società privata, “People Data Labs”. L’amministratore delegato di People Data Labs, Sean Thorne, ha ammesso che alcuni dati prvengono dalla sua azienda ma sospetta che siano stati aggregati da un’altra società che unisce vari data point.

“E’ la prima volta che vedo tutti questi profili social raccolti ed integratu con le informazioni del profilo utente in un unico database di queste dimesnioni” afferma Vinny Troia. Criminali informatici e malintenzionati possono utilizzare tutti questi dati per dirottare gli account

Per verificare la violazione dei propri account si può utilizzare il sito specializzato “Have I Been Pwned“.

Cyber Security i maggiori attacchi alla privacy del 2019

Cyber Security e Privacy: sempre più frequentemente sentiamo parlare di violazioni di dati o alla sicurezza, sempre più spesso di malware e vunerabilità che i cirminali infromatici sfruttano a proprio vantaggio. Le Agenzie federali riconoscono la crescente minaccia di questi exploit, attacchi che possono essere piccoli ma anche portare a grandi disastri. Attacchi che vengono portati a termine per guadagni monetari, per monitorare determinati individui e ottenere informazioni sensibili per lo spionaggio.

Putroppo con l’aumentare degli attacchi informatici è difficile saper cosa ci riserva il futuro. I dati online non sono così sicuri come si pensa, soprattutto se non si seguono buone pratiche di sicurezza per garantire la propria privacy.

Cyber Security Ultime notizie: nel WhitePaper di Yoroi dal titolo”Data Leak: quanto siamo a rischio?”, viene confermato che i dati di “multinazionali, enti governativi, organi di polizia, partiti politici, software house, provider di servizi, case editrici, giornali, associazioni no profit e social networks sono stati trafugati ed utilizzati per alimentare l’economia cyber-criminale. Molti di questi account, credenziali o accessi sono stati, ad un certo punto della loro storia, venduti o ceduti all’interno di mercati neri e Darknet, dando la possibilità ad altri attaccanti di abusarne, ponendo a rinnovato rischio i milioni di utenti coinvolti nella compromissione di queste entità“.

Cyber Security Ultime Notizie: i maggiori attacchi del 2019

Tra i maggiori attacchi del 2019 vi sono: Dunkin Donuts Credential Stealing ,Whatsapp Hack, Fortnite Breach, Capital One Bank, Toyota Data Breach e iPhone Surveillance.

Quest’ultimo, scoperto dal team Project Zero di Google, che ha rivelato che numerosi “siti Web compromessi” sono stati utilizzati per attaccare l’iPhone, anche quello più aggiornato. Quindi visitare il sito compromesso è stato sufficiente per consentire al server exploit di attaccare il dispositivo e, nel caso di successo, installare un impianto di monitoraggio sul dispositivo.

I siti non sono stati divulgati, ma sembra abbiano preso di mira una determinata area geografica o demografica. La natura dell’attacco dissipa anche la convinzione che l’iPhone non sia suscettibile a gravi violazioni della sicurezza indiscriminata.

andrea biarghi, andrea biraghi leonardo, andrea biraghi ultime notizie, cyber security e privacy, data breach, violazione dati 2019

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Social