spionaggio-industriale-andrea-biraghi-cyber-security-leonardo

Spionaggio industriale: i gruppi hacker organizzati del cybercrime

Spionaggio industriale: mentre anche le imprese italiane cadono vittime dei crimini informatici e del cybercrime i ricercatori di sicurezza scoprono nuovi gruppi hacker organizzati che prendono di mira le aziende di tutto il mondo.

La società di sicurezza Group-IB ha pubblicato un rapporto di 57 pagine speigando in dettaglio le attività del gruppo hacker russo RedCurl: la sua attività si sarebbe concentrata – negli ultimi tre anni – proprio nello spionaggio industriale per rubare sia segreti commerciali che dati personali.

La spia va a caccia per conto d’altri, come il cane; l’invidioso va a caccia per conto proprio, come il gatto. Victor Hugo.

Spionaggio industriale: il gruppo RedCurl di lingua russa scoperto da Group-IB

Il nuovo gruppo hacker di lingua russa chiamato RedCurl, scoperto dai ricercatori di sicurezza informatica Group-IB, è sotto studio e analsi dall’estate del 2019 dopo l’ennesima violazione ai sistemi.

Si contano circa 26 attacchi informatici identificati, indirizzati a circa 14 organizzazioni che risalgono anche a molto tempo prima, al 2018. Tra le vittime si contano numerosi settori industriali tra società di costruzione, agenzie di assicurazione, banche e società di consulenza. Tra i paesi oggetto di attacco ci sono la Russia, l’Ucraina, il Canada, la Germania, la Norvegia e il Regno Unito.

Tra le tipologie di attacco emerge il spear-phishing per guadagnare l’accesso iniziale: le e-mail – come riporta CyberScoop – venivano inviate a più dipendenti contemporaneamente “il che ha reso i dipendenti meno vigili, soprattutto considerando che molti di loro lavoravano nello stesso reparto”. Le e-mail includevano link a file malware-laced che le vittime hanno dovuto scaricare e una volta scaricati ed eseguito il contenuto i sistemi sono stati infettati con dei trojan basati su PowerShell. Tra le violazioni documenti aziendali, contati, documenti finanziari, registri legali.

Studiando le loro tecniche i ricercatori di Gropu-IB hanno scoperto che gli attacchi erano simili ad altri gruppi hacker già noti come RedOctober e CloudAtlas già analizzati da Kaspersky. Group-IB ipotizza che il gruppo possa essere quindi una continuazione di tali attacchi precedenti.

Ecco alcuni riferimenti su CloudAtlas

KasperskyCloud Atlas APT upgrades its arsenal with polymorphic malware

RedOctober – Kaspersky Lab Identifies Operation “Red October,” an Advanced Cyber-Espionage Campaign Targeting Diplomatic and Government Institutions Worldwide

Leggi anche:

andrea biraghi leonardo, attacchi informatici, gruppi hacker, segreti commerciali, spionaggio industriale

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Social