Andrea Biraghi Cyber Security

Cyber Security 2020 | Andrea Biraghi | Ultime notizie

Cyber Security 2020: quali sono le innovazioni e le nuove tecnologie che domineranno il 2020? Quale sarà l’insieme dei mezzi rivolti alla protezione dei sistemi informatici per la sicurezza? Ma soprattutto quali saranno le nuove minacce informatiche nei prossimi 12 mesi?

Andrea Biraghi Cyber Security

Oggi, le sfide correlate alla Cyber Security si stanno evolvendo rapidamente, soprattutto nel campo delle infrastruttre critiche – che forniscono i servizi essenziali che sono alla base della società – e nello specifico quelle legate al settore energia. Oggi l’Intelligence, per proteggerle, si basa su due principali tipi di approccio: quantitativo, ovvero il processo di modellizzazione statistica della Data Science, attraverso il Machine Learning e il Data Mining qualitativo, puntando l’attenzione soprattutto sulla loro resilenza e sulla capacità di ripristino. Soprattutto le infrastrutture stanno diventando vulnerabili agli attacchi digitali, e le violazioni non solo comportano la perdita di informazioni e dati importantissimi, perchè riguardano le stesse persone (vd Cyber Security e Privacy: un data breach da 1,2 miliardi di record).

Questa introduzione, tende a far comprendere il ruolo vitale che la cyber sicurezza svolge nel proteggerci (privacy, i diritti, libertà), quanto sia diventata oramai di interesse pubblico e quanto durante il 2020 sarà più importante che mai. Oggi si discute delle questioni più urgenti che il mondo e il settore dell’IT si trovano ad affrontare, anche in previsione dei nuovi attacchi di Quinta Generazione: lo sviluppo delle tecnologie 5G e Internet of Things (IoT) aumenteranno infatti le vulnerabilità degli utenti con attacchi estremanete articolati.

Un’azienda che investe moltissimo sulla divisione sicurezza informatica, in un contesto in cui aumentano gli attacchi gravi è Leonardo Spa: Barbara Poggiali, nominata a capo della divisione, ha presentato a Profumo ha presentato al numero uno di Leonardo il piano industriale per il mercato cybersecurity preparandosi alle nuove sfide, delle reti di quinta generazione e dell’internet delle cose.

Cyber Security: l’agenda del 2020

In cima all’agenda della sicurezza informatica 2020 e tra i nuovi trend della Cyber Security c’è sicuramente l’Intelligenza Artificiale, che ricoprirà, nella “corsa agli armamenti” contro la criminalità informatica, sempre più un ruolo crescente e di primo piano sia in ambito di attacco che di difesa. Si punta alla capacità dell’AI di individuare, tra le altre cose, gli schemi di comportamento che stanno alla base degli attacchi informatici e quindi smascherarli. In via di continuo sviluppo sono gli algoritmi di sicurezza di apprendimento profondo (Deep Learning), l’automazione di sistemi vulnerabili all’errore umano e la protezione dell’identità biometrica.

Ciò che fa preoccupare sono le tensioni politiche ed economiche, e le guerre commerciali tra est e ovest, che naturalmente portano a maggiori minacce alla sicurezza. Internet è stato costruito e progettato privo di frontiere o restrizioni alla libera circolazione di informazioni e idee, per e a favore della cooperazione internazionale (anche se chi fornisce i servizi è obbligato comunque a rispettare leggi e regolamenti). Le barriere economiche potrebbero nel 2020 prevenire gli effetti di una cooperazione nazionale.

Altro punto importante sono le campagne di disinformazione, le fake news e i relativi deepfakes, in arrivo con le nuove elezioni presidenziali statunitensi 2020.

Il deificit di competenze nella Cyber Security deve essere reintegrato: questo significa un necessario nuovo ricorso agli investimenti nella formazione del personale nonché nuove assunzioni di esperti competenti in grado di individuare le minacce.

Automotive e IoT: le minacce in Europa

L’hacking dei veicoli e il furto di dati continuano a crescere: le minacce nel settore automotive continuano a crescere. In un recente report di Accenture “Securing the Digital Economy: Reinventing the Internet for Trust” emerge la convinzione comune che “il progresso dell’economia digitale sarà seriamente compromesso se non ci sarà un sostanziale miglioramento della sicurezza su Internet”.

tGli aggressori infati sono in grado di targettizzare i veicoli per accedere agli account di posta elettronica e quindi alle informazioni personali, oppure ai servizi Cloud, ai quali vengono inviati i nostri dati personali per le operazioni di analisi e archiviazione.

andrea biraghi, attacchi di quinta generazione, cyber security 2020, intelligenza artificiale, sicurezza informatica

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Social